bonus 500 euro docenti 2015 16

In ogni caso ribadiamo che a fronte della normativa che impone la scadenza del 31 agosto, il Miur non ha igralni salon gold club casino lipica fatto sapere nulla.
2016/17, seppure da normativa (.
Il bonus di 500 euro spetta a tutti i docenti a tempo indeterminato delle scuole statali, sia a tempo pieno che part time, compresi quelli in periodo di formazione e prova.
Ovviamente sarà necessario rendicontare ogni voce di spesa.Pertanto il residuo della.Se il docente non dovesse utilizzare entro il termine di scadenza lintera somma messa a disposizione, il residuo può essere speso nellanno scolastico successivo.Esso spetta ai docenti di ruolo delle scuole statali, anche neoimmessi o in part time.C'è da considerare, soprattutto, che l'elenco delle utilità finanziabili attraverso il bonus da 500 euro è piuttosto generico: si va dall'acquisto di libri, testi, pubblicazioni e riviste, anche in formato digitale alla scelta di andare a cinema oppure a teatro, così come entrare.Il fatto è che ancora non si sa bene come questi soldi potranno essere spesi senza correre il rischio di dover incorrere in sanzioni.Piattaforma disattivata dal 1 settembre, al momento lunica comunicazione presente è pubblicata sul sito.Wir verwenden Cookies, um Inhalte zu personalisieren, Werbeanzeigen maßzuschneidern und zu messen sowie die Sicherheit unserer Nutzer zu erhöhen.Il vincolo del fine e il canone della ragionevolezza.
Carta docente 500 euro, somme del 2016/17 non spese non scadono il 31 agosto per le info sulle somme della.
Weitere Informationen zu unseren Cookies und dazu, wie du die Kontrolle darüber behältst, findest du hier: Cookie-Richtlinie.
Cè fermento tra i docenti per la poca chiarezza con cui il Miur gestisce la comunicazione relativa alla Carta docente bonus 500 euro, in particolare per le somme ancora residue, tuttavia molte indicazioni possono essere desunte dalle info presenti.
Dpcm 28 novembre 2016) la scadenza dovrebbe essere dovrebbe essere dopo due anni, e cioè il, il Miur non ha fatto sapere nulla in merito.In essa viene fornita informazione sul fatto che dal 1 settembre la piattaforma sarà disattivata per la gestione del cambio dellanno scolastico.Sta di fatto che le spese sostenute dagli insegnanti relative all'aggiornamento dovranno essere rendicontate, così come indicato dal decreto e l'impressione è che il lavoro dei revisori dei conti non sarà affatto semplice.Nel provvedimento legislativo, infatti, viene rinviato 'a successiva nota' il chiarimento riguardante l'attività di rendicontazione delle spese che ogni docente sosterrà durante l'anno scolastico 2015/6.La consulenza sul bonus 500 euro.Nessun problema se questi sono strettamente legati alla propria disciplina, ma va detto che la ragionevolezza non suggerisce nemmeno il divieto ad un professore di inglese di iscriversi all'accademia di belle arti.Ieri i professori hanno ricevuto un versamento di 500,00 da spendere in aggiornamento e formazione: a quali insegnanti spetta e in che modo è possibile utilizzarlo.Dallanno successivo, invece, sarà rilasciata unapposita card elettronica, contrassegnata dai dati personali e di servizio del beneficiario.Tale somma può anche essere rimpinguata con un successivo accredito se, distribuito il benefit a tutti gli aventi diritto, rimangano disponibili delle risorse già stanziate dal governo per questo capitolo di spesa.Wenn du auf unsere Website klickst oder hier navigierst, stimmst du der Erfassung von Informationen durch Cookies auf und außerhalb von Facebook.Non sono state comunicate.